Mi è capitato spesso di vedere imprenditori che non solo bruciano i propri soldi in allestimento del carrello elevatore con batteria e caricabatteria standard, ma di credere a una delle tante idiozie che ti dice il commerciale di turno…

E di farsi distrarre dalle promesse di risparmio energetico fatte a braccio. 

Magari ti è successo anche a te, hai pensato: ma perché devo rinunciare a un vantaggio quando il commerciale propone un risparmio?

È quello che ti fanno credere, perché è più facile spillarti dei soldi con promesse irrealizzabili, piuttosto che dirti che devi fare una verifica analitica dei consumi energetici prima.

Dipende da quanto vuoi risparmiare.

Un conto è spendere in allestimenti standard e bruciare i tuoi soldi, un conto, invece, è fare una consulenza energetica in una direzione ben precisa, sapendo che ogni risultato tutela il tuo lavoro e i tuoi soldi.    

Nel momento in cui decidi di dare vita alla gestione energetica dei carrelli elevatori ti rendi conto che devi prima iniziare a capire le dinamiche dei consumi energetici e la frequenza di ricariche che svolgi.

Si, perché se il consumo energetico diventa molto alto, finisci in un bagno di costi senza fine.

A maggior ragione se hai una flotta di carrelli elevatori elettrici a rotazione intensiva e quindi non disponi di batterie a risparmio energetico bilanciato, e sei con i mezzi contati allora sei in balia dei costi energetici.

Devi mettere in conto che la tua movimentazione potrebbe subire due shock principali: guasti meccanici o consumo energetico eccessivo.

Questi shock scatenano una serie di conseguenze come: ritardi delle consegne, costi aggiuntivi e una ripercussione di immagine, tutti aspetti deleteri per la tua azienda.

Ci sono, però, degli strumenti e delle azioni che puoi (anzi, devi) sfruttare per affrontare possibili consumi energetici eccessivi nei momenti di picco stagionale e sono:

Il report è composto da una parte delle ore di lavoro, che memorizza le ricariche fatte, e una parte economica, che traduce il tutto in numeri usciti (economici, di costo a ricarica singolo, costo energetico delle cariche mensili e finanziarie di valore del mezzo):

  • Le ore di utilizzo: è un parametro che spiega la relazione tra costo fisso di ammortamento del carrello elevatore, costo variabile di manutenzione programmata e energia elettrica consumata. Solo così sei in grado di analizzare il punto esatto della spesa per capire se sei in equilibrio, ossia che le ore di lavoro corrispondono ai costi totali. Conoscere lo stato attuale dei consumi energetici ti consente di prefissare degli obbiettivi e fare una valutazione oggettiva sul mezzo;
  • Assetto finanziario (ammortamento mezzo): la valutazione di investire in un mezzo nuovo deve essere fatto con attenzione, tenendo conto delle ore di lavoro e dell’ambiente di lavoro.

In questo senso puoi ricorrere al valore aggiunto che il mezzo ti offre.

In sostanza, far fronte al costo di ricarica con costi più alti, oppure con un mezzo nuovo allestito con batteria e caricabatteria ad alta efficienza energetica, con un’uscita iniziale più alta è più facile da pagare con il risparmio dei costi energetici.

Un’altra possibilità che hai è fare un leasing operativo, un servizio in cui la tua azienda compra un bene con inserito batteria e caricabatteria a risparmio energetico al fine di garantire la massima operatività del mezzo.

Infine, un’ulteriore approccio è il full rental ad ore, che viene usato dalle aziende per avere un costo assegnato, per fare fronte ai picchi stagionali con l’obbiettivo di aumentare le consegne, senza avere uscite di cassa immediate.

Questo però, sono solo briciole di quello che devi conoscere se vuoi avere una flotta di carrelli elevatori elettrici funzionate, ben equipaggiata, solida nel tempo e funzionate al 100%.

Io dico sempre che una movimentazione è funzionate e solida se hai dei numeri oggettivi, e sulla base di questi prendi decisioni giuste e strategiche.

Conoscere ed essere in grado di controllare e intervenire sull’aspetto dei consumi energetici piuttosto che del service facendo scelte efficaci è l’unico modo che hai per proteggere la tua azienda e aumentare lo sviluppo.

Si tratta di un’attività che non puoi delegare al tuo commercialista, che di solito si limita a fare il suo compito di fiscalista, ma che aspetta te.

Ecco perché ho fatto di tutto con la mia ricerca e sviluppo per realizzare il Suggets Service, che ti traccia in maniera chiara, semplice e pratica tutto quello che devi sapere sulla gestione energetica dei carrelli elevatori elettrici.

Se vuoi proteggere i tuoi investimenti e abbattere il costo di energia elettrica ad ogni ricarica del tuo carrello elevatore elettrici, non ti resta che fare il TEST e fissare un appuntamento.


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.