Se la tua batteria non ti dura quanto vorresti è solo perché non conosci le potenzialità per elevare la sua durata.

E come sai, la batteria del carrello elevatore è una parte fondamentale e incide significativamente nelle prestazioni, nell’economicità della macchina e nella tua movimentazione.


Insomma, non devi solo conoscere la durata della batteria, ma devi intercettare la giusta batteria di trazione al piombo e capire quali parametri considerare.

Fermo restando che le caratteristiche dimensionali della batteria sono definite dal costruttore del carrello elevatore, ma è possibile, tuttavia, sia pure entro un campo piuttosto ristretto, scegliere la batteria più aderente alle tue esigenze.


Tenendo presente che l’efficienza e quindi il costo di gestione del carrello elevatore sono collegati, oltre che alle prestazioni, appare evidente come una giusta scelta della batteria, finalizzata all’ottimizzazione del funzionamento e del consumo energetico aiuti il bilancio aziendale.


Tali considerazioni ci suggeriscono, pertanto, che l’efficienza e la durata della batteria debbono essere in grado di soddisfare appieno le esigenze d’impiego.


Quindi, nell’effettuare la scelta della batteria è opportuno tenere in considerazione il tipo di lavoro che il carrello dovrà effettuare (viaggi lunghi o brevi percorsi con il carico, salite, rampe mobili,  frequenti sollevamenti, altezza di sollevamento, attrezzature agganciate, carico sempre al limite della portata) e l’ambiente in cui il carrello deve operare (pavimentazioni in buone o cattive condizioni, ambiente più o meno polveroso, spazi angusti, temperatura di lavoro ecc..).


Al fine di poter individuare con esattezza la batteria più adatta ad equipaggiare il carrello elevatore in armonia con le esigenze di servizio. Quindi se hai la necessità di una nuova batteria dovrai annotare anche queste informazioni perché sono utili ad identificare esattamente la batteria:

  • Marca e modello del carrello elevatore;
  • Tensione nominale della batteria;
  • Capacità della batteria (ah);
  • Quante ore lavora il carrello elevatore (specificare se svolge doppio turno);
  • Modello del caricabatteria come (volt e ah);
  • Dimensioni d’ingombro e altezza della batteria;
  • La versione desiderata, flex oppure con le placche di piombo;
  • Temperatura di lavoro (temperatura ambiente oppure – 20 gradi o -40 gradi).

Mi dispiace dirtelo, ma se non prendi questi dati non riuscirai mai a moltiplicare la durata della batteria, e dovrai accontentarti di una durata modesta.

Perciò, per sfruttare tutte le risorse e ottimizzare i tempi di utilizzo e moltiplicare la durata della batteria in maniera sicura, devi analizzare il suo utilizzo.

Insomma, tutto quello che ti serve per potenziare la tua movimentazione grazie a una nuova gestione della batteria. In questo modo aumenterai la durata, userai il carrello elevatore senza problemi tecnici e questo ti farà dimezzare il costo di gestione e sarà davvero facilissimo.

Non aspettare, scarica ora il tuo bonus per moltiplicare la durata della batteria e potrai beneficiare anche del 27% di risparmio energetico.  Clicca qui


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.