L’intelligenza artificiale come alleato in campo tecnico per ottenere diagnosi più dettagliate è un aiuto importante per i carrelli elevatori elettrici in servizio.

Negli ultimi tre anni ne ho sentite di ogni sugli investimenti 4.0 dei carrelli elevatori.

Ci sono quelli che ti propongono allestimento 4.0 solo perché è di moda, o il sedicente guru che ti dice di fidarti del suo QR code assistenza, che alla fine ti fanno spendere continuamente sui ricambi e molta più energia elettrica in ricarica.

Tutti pronti a giurare che non avrai più fermo da guasto meccanico dalla sera alla mattina.

Peccato che la realtà non sia così geniale.

I carrelli elevatori, di tutti i magazzini che lo usano per più di 4 ore il giorno, si usurano comunque ogni giorno.

Di conseguenza, azzeccare cosa sostituire, è facile come vincere la lotteria.

Certo, ci sono programmi di manutenzione sicuri dove non ti succede niente: ma sei disposto a spendendo un capitale immenso e vedere comunque deteriorare il tuo carrello elevatore?

Che dire della manutenzione a chiamata con QR code e compagnia bella?

Alcuni carrelli elevatori elettrici con la manutenzione a chiamata hanno perso il 37% di autonomia della loro capacità in meno di un anno.

Mentre nella manutenzione programmata ci sono furti di ricambi all’ordine del giorno che dopo una rottura butti in fumo e cenere migliaia di euro.

Ti sto dicendo questo perché in realtà esiste un investimento sicuro che ti permetta di tutelare migliaia di euro al giorno.

Di cosa sto parlando?

Di una buona Iot, cioè intelligenza artificiale da installare sulla tua flotta di carrelli elevatori elettrici.

Se hai del capitale da investire usalo per allestire i tuoi carrelli elevatori elettrici con il Suggest Service, per eliminare i guasti, abbattere lo spreco di energia elettrica per la ricarica o per supportare il carrellista.

Ciò che spendi per la tua azienda non solo resta tuo per sempre, ma è sotto il tuo controllo; sono le tue impostazioni che ti permettono di avere il quadro completo di spesa e tutto quello che risparmi è un piccolo gruzzolo di denaro che entra nel tuo forziere.

Certo, non è facile e ci vuole un po’ di conoscenza.

Ma con le giuste applicazioni di intelligenza artificiale, non esiste carrello elevatore elettrico che non possa ridurre i costi di gestione.

Tu lo sai bene quanto costa mantenere un carrello in buon stato, dato che li usi da molto tempo.      

Movimentazione intensiva

Se hai una flotta di carrelli elevatori elettrici operativa in movimentazione intensiva, organizzato con il Suggest Service, nel futuro il livello di guasto meccanico del mezzo sarà catturato attraverso impulsi come l’assorbimento dell’accumulatore, l’erogazione dell’energia e le cariche attraverso l’intelligenza artificiale.

I sensori registreranno i dati dell’accumulatore e degli assorbimenti, la capacità e la durata.

Altri sensori rileveranno i crash e le vibrazioni a livelli ottimale.

Gli algoritmi analizzeranno i dati che fluiscono dal mezzo e dall’accumulatore, offrendoti la possibilità di prendere decisioni tecniche tempestive e precise.

Intelligenza artificiale

L’intelligenza artificiale può rappresentare un aiuto molto importante al servizio del mezzo per l’elaborazione di diagnosi più precise.

Per rendere tutto ciò realtà, un gruppo di ricercatori della Stilogistica ha sviluppato un sistema interattivo intelligente, un sistema di monitoraggio autonomo del mezzo, guidato dall’intelligenza artificiale.

Ingegneri e tecnici, in caso di anomalie segnalate dal carrellista, entrano nell’applicazione di monitoraggio, rilevando le condizioni del mezzo e i parametri tecnici.

I carrelli elevatori elettrici – con un monitoraggio intelligente – non si fermano mai, raccogliendo dati da sensori, misuratori di corrente e altre applicazioni.

Intelligenza artificiale in meccanica

Andrea Novella, dell’Unità operativa tecnica e accumulatori piombo evoluto– insieme al suo gruppo di ricerca, sull’impatto che l’Intelligenza artificiale esercita nell’ambito di prevenire il guasto al carrello elevatore, dell’accumulatore e caricabatteria nonché in urgenza.

Dice: “Le variabili per ogni singolo mezzo sono moltissime e in continuo mutamento nelle ore di lavoro, moltiplicate per i giorni di utilizzo. Per noi avere uno strumento che ci aiuti nel tenere in considerazione tutte queste variabili è fondamentale, perché l’analisi dei dati oltretutto non è falsata da nostri errori o da, in qualche modo, nostre preferenze”.

Ottenere diagnosi più precise ed accurate

Acquisire, analizzare e agire in base a tali informazioni dovrebbe migliorare la durata del mezzo e facilitare il processo decisionale dei tecnici, che possono elaborare, in tal senso, diagnosi più precise ed accurate, facendoti spendere meno denaro.

La ricerca e sviluppo di Stilogistica punta a creare un sistema basato sull’intelligenza artificiale che sia sufficientemente potente e accurato da prevedere se un mezzo nella movimentazione intensiva potrebbe migliorare o peggiorare le sue prestazioni di capacità dell’accumulatore.

Gli algoritmi che vagliano enormi quantità di dati sui mezzi potrebbero, un giorno, fornire ai tecnici un nuovo strumento, di importanza cruciale: il tempo per prendere decisioni prima che le condizioni di un mezzo cambino.

Se vuoi migliorare nella gestione dei costi e farti rispettare, puoi partire scaricando il Bonus: il modo intelligente per gestire il rabbocco dell’accumulatore, che ti permetterà di ottimizzare il tempo e di conseguenza i costi.

Ti posso promettere, che se lo userai come descritto, ti libererai dai condizionamenti mentali e sei pronto a non pensarci più.


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.