Una domanda comunemente posta dai potenziali proprietari di carrelli elevatori elettrici è la quantità di energia che viene consumata dall’accumulatore per ogni ora di funzionamento.

I costruttori di carrelli elevatori e i produttori di accumulatori testano le prestazioni del mezzo e forniscono stime del consumo di energia; tuttavia, ci sono una serie di fattori che possono influenzare il consumo dei carrelli elevatori elettrici durante il funzionamento.

In questo post descriviamo in dettaglio il consumo orario di energia di alcuni carrelli elevatori più comuni, esaminando anche brevemente alcuni fattori che possono influenzare la salute e le prestazioni dell’accumulatore che possono influire sul consumo di energia.

Quanta energia consumano i carrelli elevatori?

Di seguito è riportato un esempio di consumo orario di elettricità dei carrelli elevatori con accumulatori agli ioni di litio e al piombo acido avanzato

TIPO DI BATTERIA

VOLTAGGIO/CAPACITÀ (V/Ah)

CONSUMO ENERGETICO (kWh/h)

Ioni di litio

48/420

5.0

Ioni di litio

48/600

6.2

Ioni di litio

80/500

8.0

Piombo-Acido

48/460

5.19

Piombo-Acido

48/460

5.3

Piombo-Acido

48/600

5.7

Il consumo energetico aumenta quanto maggiore è la capacità di sollevamento dei carrelli elevatori.

Ci sono una serie di fattori che possono influenzare l’efficienza e la durata dell’accumulatore dei carrelli elevatori e sono descritti di seguito:

Basse Temperature

L’utilizzo dell’accumulatore a basse temperature causa il deterioramento del piombo nell’accumulatore, causandone così un notevole calo di efficienza e durata. Se un carrello elevatore e un accumulatore vengono utilizzati per un intero turno, è importante caricare correttamente l’accumulatore e alla fine della carica attendere perlomeno 1 ora di pausa prima di riavviare il mezzo in modo da far raffreddare l’accumulatore. Questo è il motivo per cui è comune che i carrelli elevatori elettrici vengano utilizzati per turni di otto ore durante il giorno, oppure turni multipli, e quindi caricati e raffreddati durante la notte pronti per il funzionamento il giorno successivo.

La carica dell’accumulatore

Non caricare correttamente l’accumulatore di un carrello elevatore rischia di danneggiarne l’efficienza e la durata. Se un accumulatore viene sovraccaricato, viene generato calore in eccesso che causa il deterioramento dell’accumulatore nel tempo. La sotto carica di un accumulatore invece, porta alla solfatazione della piastra e alla rottura dell’accumulatore riducendone le prestazioni, portando infine alla necessità di sostituire l’accumulatore.

Pulizia dell’accumulatore del carrello elevatore

Si consiglia di pulire mensilmente l’accumulatore del carrello elevatore per rimuovere qualsiasi raccolta di detriti che possa portare alla corrosione del cassone, a una scarica più rapida e probabilmente ad un impatto negativo sull’elettronica del mezzo.

Equalizzazione regolare dell’accumulatore

L’equalizzazione regolare dell’accumulatore del carrello elevatore riequilibra i livelli di concentrazione acida dell’accumulatore e previene la stratificazione, senza equalizzazione regolare si verificherà una maggiore concentrazione di acido nella parte inferiore dell’accumulatore piuttosto che nella parte superiore che può causare danni e influire sulle prestazioni e sulla longevità. Non tutti gli l’accumulatori richiedono l’equalizzazione, quindi è importante controllare le specifiche dell’accumulatore prima di usarli.

Rabbocco dell’accumulatore errato

Le celle degli accumulatori al piombo acido dei carrelli elevatori sono in genere immerse in una miscela di 35% di acido e 65% di acqua all’interno delle loro celle. Durante il funzionamento l’acqua evapora dall’accumulatore mentre rimane l’acido, l’evaporazione crea livelli sproporzionati di acqua e acido, quindi l’acqua deve essere rabboccata regolarmente. Se l’accumulatore viene rabboccato con acqua in qualsiasi fase diversa da quella di completo caricamento, si rischia che dall’accumulatore fuoriesca acqua e acido.

Ciò fa sì che l’accumulatore si ossidi e perda acido, perdendo infine capacità ed efficienza.


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.