Lo sa bene chi usa il carrello elevatore ogni giorno, specialmente a temperatura di -40 gradi, devi scegliere la giusta batteria.

Perché gestire un’attività di movimentazione, che principalmente affidata ai carrelli elevatori il lavoro per mantenere in funzione il magazzino, significa che è necessario sapere quale tipo di batteria per carrelli elevatori scegliere. 

Può avere un impatto notevole sulla tua efficienza complessiva, indipendentemente dal fatto che tu abbia un carrello elevatore elettrico o una flotta di vari tipi di transpallet/stoccatori in uso. 

A seconda del tipo di batteria del carrello elevatore scelto, a lungo termine può avere un impatto su tempo, denaro e produttività. 

I carrelli elevatori elettrici si affidano a vari tipi di batteria per mantenerli in funzione. A seconda delle dimensioni e del tipo di carrello elevatore che stai utilizzando, si ridurrà ad alcuni tipi principali di batterie. Non importa se stai usando il tuo carrello elevatore per la gestione del magazzino, produzione o in cella frigo, conoscere ogni tipo batteria ti aiuterà nel lungo termine. 

Abbiamo suddiviso i tipi di batterie, quindi conosci la differenza tra i tipi principali. Possiamo anche aiutarti a scegliere quando ne hai bisogno! CLICCA QUI

Batterie al piombo per carrelli elevatori

Il tipo più comune montato sul carrello elevatore sono le batterie al piombo. Sono spesso indicate come batterie a celle umide. Sono fatte da celle, alloggiate in un cassone, cavi o placche di piombo, e una miscela di acido solforico e acqua. 

Le batterie al piombo standard richiedono una manutenzione regolare per ottenere prestazioni ottimali. Avrai bisogno di un sistema di ricarica bilanciato. Le batterie al piombo per funzionare bene hanno bisogno di essere rabboccate di acqua per mantenere il livello di elettrolita della batteria.

Per evitare di rimanere a secco di acqua, è consigliato montare il sistema di rabbocco automatico con il tappo easy, specializzato nel monitorare il livello. 

Perché, se viene eseguita una corretta manutenzione ordinaria, la batteria durerà fino a cinque anni o più. Questo significa utilizzare la batteria senza problemi per circa 15000 cicli. 

Quando si carica una batteria al piombo, si prevede un tempo di ricarica di circa 8 ore, poi lasciare raffreddare per circa 1 ora per motivi di sicurezza. 

Batterie agli ioni di litio 

Poi c sono le batterie agli ioni di litio, che sono diventate sempre più popolari nel corso degli anni. I loro prezzi sono più alti delle batterie al piombo. Essendo una batteria esente da manutenzione, ciò significa che non necessitano di rabbocco acqua e quindi riducono il tempo nella manutenzione ordinaria.

Una batteria agli ioni di litio può caricarsi rapidamente richiedendo solo tre o quattro ore senza correre il rischio di essere sovraccaricata. 

La loro vita è più lunga delle batterie al piombo che funzionano a circa 2.000-3.000 cicli. 

Tuttavia, possono essere proibitivi in ​​termini di costi per alcune aziende. Poiché sono più leggere, richiedono i contrappesi nel carrello elevatore e nel vano batteria. Possono subire alcuni danni alle alte temperature se conservati con una carica completa. Sii consapevole di questi problemi se scegli di seguire il percorso della batteria agli ioni di litio. 

Batterie al gel. 

Un’altra opzione di batteria, che non è così comune, sono le batterie al gel assorbito. Queste batteria ha nell’ interno una specie di gel per far passare gli elettroliti attraverso le piastre della batteria. Poiché sospende gli elettroliti allo stato gelatinoso, i requisiti di manutenzione sono ridotti. Sono spesso chiamate batterie esenti da manutenzione perché non necessitano di rabbocco acqua. 

Durano circa 700/800 cicli di carica e avranno le massime prestazioni quando avranno scaricato fino al 50% della capacità per ciclo. Sono un’alternativa alle batterie al piombo e sono adatte per le aziende con difficoltà di manutenzione o problemi di esalazioni.

Batteria piombo evoluto

Poi c’è la batteria al piombo evoluto. In pratica è l’evoluzione della batteria al piombo. Questa batteria ha le celle costruite con delle buste a bassa resistenza, che permettono uno scambio ionico molto più veloce senza creare calore. Già questo permette di caricare con più facilità meno tempo e minor consumo di acqua.

Questo permette di dimezzare la manutenzione ordinaria. Invece la vera rivoluzione sta nel data logger, che mette in comunicazione la batteria con il caricabatteria, e permette di accorciare il tempo di ricarica, e una riduzione del 27% di energia oltre che far durare la batteria per 1800 cicli di carica.

Questa batteria è un’alternativa per chi fa un uso pesante del carrello elevatore e per chi vuole ottenere un’efficienza energetica. Il plus di questo modello è la garanzia di 36 mesi.   

Scegli la batteria giusta per le forniture del tuo carrello elevatore!

Noi, utilizziamo le migliori batterie per carrelli elevatori e possiamo rifornire la regione dal nord-al sud della toscana. La nostra selezione di batterie è pronta per l’uso, non importa se lavori con carrelli elevatori, transpallet, stoccatori, vna e agv. 

Richiedi una consulenza oppure se hai bisogno contattaci oggi stesso per maggiori informazioni.


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.