“io so tutto sulla sicurezza delle batterie al piombo, perché è 30 anni che utilizzo carrelli elevatori elettrici. Non mi serve altro”

Certo, sarà anche 30 anni che utilizzi le batterie al piombo, ma l’unica cosa che hai imparato (come minio se tutto è andato bene) è mettere l’acqua ogni tanto nella batteria.

Andrebbe benissimo se tu fossi un carrellista, ma non tanto bene se devi mandare avanti la gestione dei carrelli elevatori elettici.

Infatti, scommetto che se andassimo a guardare le spese delle riparazioni che hai fatto per la riparazione delle batteria, non troveremo specificato manutenzione ordinaria o manutenzione straordinaria.

Durante questi anni di servizio non ti è mai stato minimamente spiegato come gestire in sicurezza la batteria del tuo carrello elevatore, che ha regole diverse se vuoi evitare problemi di sicurezza.

Magari in questi anni ti sei permesso il lusso di fare degli sbagli, tanto chiamando il tecnico passo tutto in secondo piano e viene risolto pagando…d’altronde fino a qualche anno fa i soldi non erano un problema.

Invece, oggi, nella tua gestione quotidiana ogni centesimo conta e tutti gli errori che vengono commessi hanno delle conseguenze economiche.

Quindi, hai bisogno di cambiare totalmente il tuo pensiero sulla gestione delle batterie al piombo.

Per farlo, ti posso assicurare che non esiste modo migliore se non conoscere i dettagli.

Infatti, questo articolo è stato pensato per guardare alla sicurezza delle batterie al piombo.

Partiamo, dai pericoli che presenta, per avere un adeguata precauzioni di sicurezza da adottare quando si maneggiano le batterie, come pulire la batteria e altro ancora!

Questo argomento essendo denso di informazione ho deciso di fare una sequenza di articoli, in modo tale che tu posso assorbire tutte le informazioni importanti.

Immergiamoci!

Come funzionano le batterie al piombo?

Le batterie al piombo utilizzano un processo elettrochimico per produrre energia.

È un processo complicato, lo so, cercherò di essere sintetico.

Una batteria al piombo è costituita da piastre metalliche e una soluzione elettrolitica.

Le batterie al piombo generano elettricità dal movimento degli ioni tra le piastre

Ora, quali sono i due metalli diversi che sono in contatto con gli elettroliti in una batteria?

Questi 2 metalli sono:

Ecco, la soluzione elettrolitica reagisce con questi 2 metalli per generare energia.

Ma in verità cos’è l’elettrolita?

La sostanza elettrolitica è semplicemente una miscela.

La miscela è un liquido composto da:

  • Acido solforico dal 30% al 50%;
  • Acqua distillata;

Allora, perché le batterie contiene l’acido?

Perché aiuta la conversione dell’energia chimica in energia elettrica.

Visto la composizione dell’elettrolita, ora entriamo più nel dettaglio per scoprire come funziona esattamente.

Come produce energia la batteria al piombo?

Quindi, come lavorano insieme questi componenti per produrre elettricità?

Ecco come:

Le due piastre di piombo sono immerse nella soluzione elettrolitica…

…Quando viene applicato un carico alla batteria, gli ioni elettrici migrano alla piastra negativa…

…Il movimento degli ioni produce elettricità, che viene trasferita al carrello elevatore.

Quando la batteria è carica, avviene l’azione opposta.  

Cioè, la batteria converte l’elettricità del caricabatterie in energia chimica, che viene immagazzinata all’interno della batteria.

Quali sono i pericoli delle batterie?

Ora che sai di cosa sono composte le batterie, sarà più facile comprendere i rischi ad esse associati.

Questi rischi includono:

  • Contatto acido;
  • Inalazione di fumi:
  • Elettro-shock:
  • Lesioni gravi da ustione.

Esaminiamo ciascuno in modo più dettagliato.

Contatto acido

Quanto è pericoloso l’acido della batteria?

L’acido solforico, che contiene la batterie, è una sostanza intrinsecamente pericolosa.

Nelle persone, i pericoli dell’acido della batteria includono:

  • Bruciature
  • Avvelenamento
  • Cecità
  • Danni agli organi interni

L’acido della batteria brucia?

Sì, lo fa!

L’esposizione all’acido della batteria è corrosiva per tutti i tessuti del corpo e può causare lesioni gravi.

Gli effetti dell’acido della batteria sulla pelle

Cosa succede se tocchi l’acido della batteria?

Qualsiasi esposizione dell’acido della batteria ai tessuti può causare ustioni chimiche.

Ma potrebbero non presentarsi immediatamente.

Potresti accorgerti delle ustioni solo dopo diversi minuti o ore.

I sintomi di ustioni chimiche sulla pelle possono includere:

  • Dermatite (pelle arrossata e infiammata)
  • Necrosi (pelle annerita o morta)
  • Dolore

Se l’acido della batteria o i fumi vengono a contatto con gli occhi, ciò può causare:

  • Irritazione
  • Arrossamento
  • Infiammazione

O addirittura cecità nei casi più gravi.

Invece la corrosione che potresti vedere su una batteria si chiama ” solfatazione”           .

E la solfatazione è composta da solfato di piombo, che è un sottoprodotto del normale funzionamento di una batteria.

In quanto tale, è composto da sostanze chimiche potenzialmente pericolose.

E quindi dovresti evitare di toccarlo a mani nude.

Se lo fai, assicurati di lavarlo via subito.

E assicurati di non toccarti la bocca, il naso o gli occhi nel frattempo.

Se non sei sicuro di saperlo fare, chiama un professionista per fare un lavaggio completo alla tua batteria.

L’acido della batteria è velenoso?

Sì.

L’acido solforico della batteria può causare avvelenamento se ingerito.

I sintomi di ingestione di acido solforico possono includere:

  • Gonfiore alla gola;
  • Bruciore alla bocca e alla gola;
  • Dolore alla bocca e alla gola.

Il gonfiore della gola può portare a difficoltà respiratorie, problemi di linguaggio e vomito con sangue.

Inoltre, l’acido può causare gravi lesioni agli organi interni.

Quindi, se ingerisci acido solforico, consulta immediatamente un medico.

Cosa succede se inali l’acido della batteria?

L’inalazione di acido della batteria può irritare il naso e la gola e causare danni alle vie respiratorie.

I sintomi immediati dall’inalazione dell’acido della batteria possono includere:

  • Soffocamento;
  • Battito accelerato;
  • Fiato corto;

Successivamente, potresti tossire sangue, provare debolezza corporea, unghie, labbra e pelle bluastre e dolori al petto.

Se si inala l’acido della batteria, consultare immediatamente un medico.

Con questa sequenza di articoli ti aiuterò a costruire il tuo sistema di prevenzione operativa, così potrai scoprire come impostare una tua gestione interna che funziona praticamente come la tua assicurazione.

Ti avverto, non pubblicherò più così tante informazioni come in questi articoli e, poi non sarà facile trovare informazioni simili…oltre al fatto che potrai avere accesso a una gestione organizzata, dedicata solo a chi dimostra di avere seguito la linea guida.

Buona parte dei tecnici è già impegnata a seguire le flotte di carrelli elevatori elettrici, cerca di non farti scappare questa occasione.

Per assicurarti una gestione programmata non devi fare altro che cliccare qui


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.