EFFICIENZA ISTANTANEA

Una cosa che devi imparare a tenere in considerazione è il fattore ambizione, quanto ti relazioni con i tecnici.

Uno degli elementi principali che caratterizza l’efficienza del processo di carica, quando parliamo di mezzi a trazione elettrica, è quello che riesci a valutare solo come semplice causa effetto, è il consumo energetico a carica. Questa materia in genere viene lasciata nella totale ignoranza, e nessuno ne parla. Perché non viene riconosciuto o meglio diciamo così, la corrente chi ti vende il prodotto non la paga, e quindi non riesce a dare il giusto peso, ha patto di capire l’efficienza istantanea.

In generale chi fa corsi, si informa e compra libri, dimostrando di avere un livello di ambizione e conoscenza superiore, senza essere consapevole del modo che osserva e interpreta. Il tecnico che viene a farti le riparazioni per esempio, non avrà mai la tua capacità di osservare.

Non c’è da fare niente, è semplicemente così e basta. Lo dico con tutto il rispetto di chi ha deciso di fare il tecnico. Anch’io sono stato un tecnico, e la consapevolezza che ho maturato è proprio grazie a quelle esperienze.  Grazie ad esse ho deciso cosa fare e sono riuscito a non commettere i soliti errori fatti e rifatti dalla maggioranza dei tecnici, e quindi mi sono sbattuto per avere la riprova che possiamo migliorare.

Come si ripercuote su di te?

Ai loro occhi, tutto ciò che dici e chiedi, suona assurdo o sconosciuto. Secondo loro nel tuo sbatterti a chiedere spiegazioni, stai stravolgendo l’ordine delle attività.

Questo è un punto interessante sotto molti aspetti, ma in particolar modo dal punto di vista dell’efficienza. Non è che non capiscono le tue esigenze, semplicemente non riescono a vedere, né tantomeno a spiegarsi il perché tu vuoi un determinato servizio di efficienza, e di conseguenza continuano a fregarsene. 

Loro non vogliono sbattersi, si accontentano dello stipendio sicuro. Vogliono lavorare dalle ore alle ore durante la settimana sabato e domenica per i fatti loro.

Tutto qui, niente di più semplice.

Facendo due calcoli, è facile intuire, che il loro scopo sia diverso dal tuo! Non anno nessuna intenzione di costruire qualcosa, non sono spinti a fatturare, accontentandosi di portare la pagnotta a casa.

Questo diventa anche uno svantaggio per te, perché lo paghi con le fatture che arrivano, dopo gli interventi urgenti. La loro ambizione finisce lì.

Loro non capiscono, perché sbattersi è fondamentale…ti ricordi qualcuno, che in fase di trattativa, oppure durate il rapporto che hai costruito da anni con il tecnico, ti abbia parlato del costo della carica? Non credo… 

Allora devi sapere che l’energia elettrica, ha un impatto enorme nelle tue finanze aziendali, e ricade tutto sul prodotto o servizio che dai.

In genere chi propone, o ripara, ha un livello di ambizione diverso dal tuo. Per esempio… se il tecnico non è aggiornato e quindi non ha le competenze giuste, alla richiesta di sostituzione di un accumulatore o di nuovo allestimento del carrello elevatore, non si pone la domanda di farti risparmiare corrente o di proporre un efficienza!! Il loro scopo è diverso dal tuo.

Applica il protocollo standard che corrisponde ad un solo quesito, dare un prodotto e marginare, fine della trattativa. Quindi è normale che senza una valida alternativa compri il prezzo più vantaggioso.

Sai veramente cosa conta?

Il fattore che migliorano la sua durata operativa, lo sai?  Devi aggiungere correttamente l’acqua demineralizzata “pulita” e avere una caricabatteria bilanciato che dialoga con gli elementi. Così ogni carica ripristinare la completa efficienza degli accumulatori, fornendo la quantità di energia prelevata durante la scarica. Al fine di effettuare una corretta carica dell’accumulatore, ma non è sufficiente ad avere un efficientamento.

L’ambizione ti permetterà di vedere le cose sotto la giusta prospettiva.

 Come si trova il rapporto di consumo, di energia in (kwh)?  Il fornitore di energia eroga, in un determinato periodo di tempo, contemporaneamente attiva la migrazione dell’elettrochimica all’interno degli elementi. In questo modo l’accumulatore trattiene l’energia effettuando la carica senza interruzione.

È doveroso fare una premessa: durante la carica, per chi ha in uso un caricabatteria sbilanciato alla potenza, è possibile riscontrare una solfatazione superiore rispetto a quelli bilanciati. Avere il caricabatteria sbilanciato porta ad avere uno spreco di energia reattiva. Per abbatterla, è necessario TRASFORMARE l’energia in ingresso tramite il caricabatteria bilanciato, solo dopo possiamo definirla efficienza istantanea, come rapporto di potenza (KWH) in entrata e di uscita.  

Se consideriamo un’azienda con una flotta di 5 carrelli elevatori elettrici, quindi con 5 accumulatori, utilizzando queste informazioni, potresti abbattere da un minimo del 15% ad un massimo del 27% di energia elettrica.

Come gestire i consumi

Quindi se aspiri a diventare un’azienda green, l’obbiettivo è la riduzione di co2. Rientrando nelle scelte intelligente, con il giusto sistema potrai godere di una riduzione di corrente e di diminuire fortemente l’impatto ambientale. A questo vantaggio si aggiungono quelli derivata dal rendimento del mezzo in durata e prestazioni. Aumentando il rendimento, ti permette di ridurre o eliminare i fermi macchia.

In conclusione, portando il fattore di potenza medio allo 0,90 l’impianto elettrico funzionerà in modo più efficiente, abbassando i carichi di potenza.

Categorie: Diagnostic

0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.